luca nardi

“OBIETTIVO? IL TITOLO PER CONGEDARMI DAI CHALLENGER”

NARDI BATTE ZEPPIERI IN TRE SET

 

 

Parma, 3 novembre 2020 – Buona la prima per Lorenzo Musetti agli Internazionali di Tennis Città di Parma. Sul play-it indoor del Palazzetto dello Sport Bruno Raschi (sede del torneo organizzato da MEF Tennis Events, oltre al Tennis Club Parma), il talento di Carrara ha battuto il lucky loser Fabrizio Ornago, ripescato dopo il problema alla spalla che ha impedito a Filippo Baldi di scendere in campo. Un match insidioso vinto dal numero 124 del mondo con il punteggio di 6-3 7-5 in un’ora e 18 minuti di gioco.

 

Musetti al secondo turno – Al termine dell’incontro le riflessioni di Musetti: “Sono partito molto bene, concentrato, servendo nel mondo giusto. Nel secondo set sono calato, ma credo ci possa stare: è tanto che non gioco sul veloce, devo ritrovare le misure e gli automatismi per rendere al meglio su questa superficie”. L’infortunio al gomito che lo ha costretto al ritiro nella semifinale dell’ATP 250 di Santa Margherita di Pula sembra superato: “La fascia che porto al braccio serve solo a tenere caldo il gomito. Mi sento bene fisicamente, non ho più avvertito fastidio, spero di continuare così”. L’obiettivo è che quello di Parma sia l’ultimo Challenger della sua carriera: “Spero di iniziare a frequentare con continuità il circuito ATP. In questa stagione ho avuto la possibilità di farlo tre volte (Dubai, Roma e Santa Margherita di Pula, ndr), ho conquistato i primi successi nel circuito maggiore e ho affrontato grandissimi giocatori. Mi piacerebbe vincere qui il mio secondo titolo per congedarmi dal circuito Challenger”.

 

Bene Nardi e Marcora – A Luca Nardi lo scintillante derby Next-Gen contro Giulio Zeppieri. Il diciassettenne di Pesaro si è imposto con lo score di 7-5 5-7 6-4 dopo quasi 2 ore di battaglia: “Ho affrontato un avversario molto forte sul veloce, mi aspettavo una partita equilibrata. Ho fatto fatica in risposta, ma al terzo set sono rimasto solido e sono felice di averla portata a casa”. A Parma con lui c’è il nuovo coach Roberto Antonini: “Ci conosciamo da sempre, essendo della stessa città. In questi anni mi ha dato una mano le settimane che trascorrevo a casa: tra noi c’è un ottimo rapporto, penso che insieme potremo fare un bel lavoro”. In campo e fuori, le promesse del nostro tennis si stimolano a vicenda per crescere rapidamente: “Siamo tutti amici e facciamo gruppo, ma questo è uno sport individuale. È normale che ognuno sia concentrato sul proprio percorso, tuttavia non c’è dubbio che il clima di questi tornei ci renda tutto più facile”. Avanzano anche Roberto Marcora, lo sloveno Blaz Kavcic, il tedesco Cedrik-Marcel Stebe e i francesi Quentin Halys e Mathias Bourgue.

 

 

 

I risultati di martedì 3 novembre

 

Primo turno

Blaz Kavcic b. J.J. Wolf 6-3 2-0 rit.

Luca Nardi b. Giulio Zeppieri 7-5 5-7 6-4

Cedrik-Marcel Stebe b. Andrea Pellegrino 3-6 6-4 6-4

Roberto Marcora b. Stefano Napolitano 6-3 6-4

Lorenzo Musetti b. Fabrizio Ornago 6-3 7-5

Quentin Halys b. Federico Gaio 6-7(5) 7-6(2) 6-4

Mathias Bourgue b. Holger Rune 7-6(5) 6-1

 

 Like

ZEPPIERI ARRIVA A PARMA

“MATCH COMPLICATO, VOGLIO CRESCERE IN CONTINUITÀ”

COACH ALDI: “BALDI? FUOCO DENTRO ED EQUILIBRIO”

 

 

Parma, 1° novembre 2020 – Giulio Zeppieri prepara l’esordio agli Internazionali di Tennis Città di Parma. Il mancino classe 2001 affronterà Luca Nardi, in un duello tra wild card, al primo turno del Challenger organizzato da MEF Tennis Events con il supporto di Regione Emilia Romagna, APT e Comune di Parma: “Mi sento bene, arrivo a questo torneo con fiducia e con la consapevolezza di poter dire la mia contro tutti. Il debutto sarà sicuramente molto complicato: conosco bene Nardi, siamo molto amici e giocheremo anche il doppio insieme. Mi aspetto una partita difficile”. L’allievo di Piero Melaranci cerca l’acuto nel finale di una stagione particolare per tutti: “Non è stato un anno indimenticabile. Ho fatto fatica a trovare continuità dal punto di vista mentale, credo di dover lavorare ancora molto da quel punto di vista. Dopo Parma spero di giocare altri Challenger sino al termine della stagione, ma pensando all’anno prossimo so già di dover limitare gli alti e bassi: se tieni alto il livello con costanza, la classifica migliora di conseguenza”.

 

Aldi e Baldi, il ritorno – Altro interessante derby azzurro sarà il primo turno tra Lorenzo Musetti e Filippo Baldi. Quest’ultimo è tornato da pochi giorni a Roma sotto la guida di coach Francesco Aldi, dopo una pausa di un anno. “Ci siamo chiariti su ciò che non ha funzionato in passato – racconta l’allenatore che nel 2005 raggiunse la posizione numero 111 del ranking ATP -, poi ho ricevuto la sua proposta di tornare a lavorare insieme e, con sorpresa ed emozione, ho accettato immediatamente. È il primo torneo da cui riparte la nostra collaborazione: ci sono ottime basi su cui poter spingere, sono davvero contento di essere di nuovo al fianco di Filippo”. Un rapporto speciale che riparte all’insegna dell’entusiasmo: “Quando Baldi ha ottenuto i suoi migliori risultati aveva una bella energia, tantissima voglia di lavorare e di viaggiare per tornei. Come atteggiamento è fumantino in campo: Filippo ha bisogno di sentire il fuoco dentro, ma ovviamente ci vuole equilibrio. L’esordio contro Musetti? Per Lorenzo era questione di tempo, ha grandi qualità. Tuttavia mi aspetto un match interessante”. Aldi è anche il coach di Roberto Marcora: “Bobby è in ripresa, attendo prestazioni convincenti da parte sua. Il lockdown non gli ha dato una mano in questa particolare stagione, ma penso che abbia tutte le carte in regola per chiudere bene il 2020”. Superano le qualificazioni Luca Vanni, Stefano Napolitano, l’inglese Jack Draper ed il francese Tristan Lamasine. Eliminati Matteo Gigante e il danese Holger Rune, ripescati come lucky loser Andrea Arnaboldi ed il russo Evgeny Karlovskiy.

 

 

 

 

I risultati di domenica 1° novembre

 

Ultimo turno qualificazioni

Jack Draper b. Evgeny Karlovskiy 6-3 6-0

Tristan Lamasine b. Matteo Gigante 7-6(6) 6-3

Stefano Napolitano b. Holger Rune 3-6 6-4 6-1

Luca Vanni b. Andrea Arnaboldi 6-4 7-6(4)

 

 Like